Non permettiamo che il Centro Studi Rodari resti inattivo! di Clelia Esposito

orvieto Egregio Signor Sindaco Giuseppe Germani,Le scrivo per una ragione che mi sta molto a cuore e alla quale vorrei dedicare il mio impegno e la mia collaborazione, sia in qualità di docente che di cittadina di uno Stato come l’Italia ricchissimo di cultura e di storia. L’Umbria, e in particolare la città di Orvieto in cui nel 1987 sorse il Centro Studi Gianni Rodari, sono il fiore all’occhiello di tutto il territorio nazionale, Continue reading

Posted in Cultura, letteratura, Scuola | Leave a comment

Signor Sindaco, riattivi il Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto!!! di Lorenzo Caiolo

1560641_1000281303332173_3961573966140701656_n Egregio Sindaco Giuseppe Germani, mi dispiace doverla disturbare per una vicenda molto grave. Ella è sindaco di una bellissima cittadina e di un luogo ricco di storia e di cultura.

Nella sua nobile e gloriosa comunità è sorto uno straordinario e unico, nel suo genere, centro studi dedicato a Gianni Rodari, un intellettuale di livello internazionale che è punto di riferimento speciale nel campo della letteratura, della pedagogia e della cultura in generale. Uomini prestigiosi lo hanno fondato e lo hanno diretto. Continue reading

Posted in Cultura, letteratura, Mio | Tagged , , | Leave a comment

Rodari per me: dalla scuola alla vita di DONATELLA FARELLA

57457_1673430956148_5431646_o Ho avuto tante fortune nella vita, come quella di studiare, e di studiare, proprio, nell’Istituto professionale per i servizi sociali di Brindisi…più di 20 anni fa. In un periodo ricco: fondi europei, incontri propizi con docenti preparati e colmi di passione. E proprio in questo Istituto un incontro folgorante: quello con Gianni Rodari. Incontro folgorante perché ha accompagnato a tutto tondo la formazione della mia coscienza: sociale, politica, letteraria, etica, pedagogica, fantastica.
Continue reading

Posted in Cultura, Giovani, Mio, Scuola | 1 Comment

Il parco degli ulivi secolari. (Gli schizzi di Enzo Longo: atto d’amore e nobile appello) di Lorenzo Caiolo

ulivo L’ulivo, albero di Minerva, ha sempre occupato un ruolo centrale nell’iconografia, nell’arte. L’arte  rappresenta il meglio di ciò che l’uomo ama e provoca forte emozione. Gli artisti lo hanno scelto spesso come soggetto delle loro opere per la potente carica che esso possiede. Infatti, questo albero, magico e divino, si presenta sin dall’inizio come simbolo potente, collegato alla dimensione mitologica, religiosa e laica dei popoli che lo ospitano nella propria terra.

Nella sua imponenza e nella sua durata simboleggia, da sempre, valori. Esso ha affascinato molti artisti proprio per l’alta valenza simbolica, i quali hanno fatto ricorso ad esso per esprimere sensazioni,  stati d’animo e significati profondi. Continue reading

Posted in Cultura, Mio, Natura, Storia, Territorio | Leave a comment

CON RODARI SULLE ONDE DEL MEDITERRANEO di Lorenzo Caiolo

Settimana a Rodari Settimana dei bambini del Mediterraneo 2005. Settima edizione. Progetto
Sarebbe una bella festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra
Con Rodari sulle onde del Mediterraneo
Premessa
Siamo all’indomani dell’attacco alla città di Londra, che fa seguito ai tanti attentati terroristici, di due guerre concluse ma non ancora risolutrici dei problemi per i quali sono state realizzate, con un conseguente rosario quotidiano di morti e un intensificarsi dello “scontro di civiltà” .
I corpi lacerati degli attentati terroristici e delle guerre, il grido di dolore dei tanti poveri e perseguitati che affollano l’altra sponda del Mediterraneo in attesa vana, migliaia di persone che tentano invano di toccare le terre del benessere sognate, bambini e bambine sofferenti per la fame, per le privazioni affettive, per le violenze subite: Continue reading

Posted in Cultura, Diritti, Eventi, Giovani, letteratura, Mio, Scuola, Settimana dei bambini del Mediterraneo | 2 Comments

MEDITERRANEO: UN MARE DI INCONTRI. Manifesto fondativo della (fu) Settimana dei bambini del Mediterraneo (1999) di LORENZO CAIOLO

locandina5Un mare di incontri nella Città Bianca:
storie, giochi, libri ed altro
dei bambini del Mediterraneo

Settimana dei bambini mediterranei
Ostuni(BR) 11-17 ottobre 1999

Sommario

Continue reading

Posted in Città, Cultura, Eventi, Mio, Scuola, Settimana dei bambini del Mediterraneo | 2 Comments

Il taccuino di Enzo Longo mette a disposizione di tutta la comunità frammenti di storia comune di ANNAMARIA GALLONE

schizzo Ho conosciuto Enzo 16 anni fa, in occasione dell’arrivo di Adama a San Vito e immediatamente ho sentito che lui appartiene alla tribù del “popolo dell’Arte, dei cuori sensibili, delle menti utopiche che hanno la forza di cambiare le cose e di costruire un mondo senza confini”, per citare la dedica del suo libro. Con Enzo è nato e cresciuto un rapporto di amicizia prezioso e per i due film che ho girato a san Vito, ho tenuto tantissimo che collaborasse con me per la sua sensibilità, la creatività, disponibilità, professionalità Continue reading

Posted in Città, Cultura, Eventi, Storia, Territorio | Leave a comment

SLANCI : un libro-dono di SANDRA CAVALIERE per adolescenti e non solo. Presentazione di Lorenzo Caiolo

copertinaSandra Cavaliere era una donna del Sud, che viveva ed insegnava nel bolognese. Una moglie ed una mamma di due figlie. Una donna che amava la sua famiglia e il suo lavoro. Aveva la passione per la letteratura. Amava Pavese.  Amava insegnare. Credeva nella funzione salvifica dell’insegnamento. Ci teneva moltissimo al suo lavoro. Ci teneva moltissimo alla sua famiglia e alla sua nuova comunità. Amava il suo compagno di vita, le sue due figlie…….Nel suo paese d’origine aveva avuto una buona educazione da parte dei suoi umili ed esemplari genitori e aveva una carissima amica, altri parenti cari ed altri amici. Era andata via dal suo paese per costruire il suo futuro, frequentando un’università prestigiosa. Aveva sempre intessuto rispettosi e fecondi rapporti in ogni luogo di sua vita. Nel momento più bello il destino ha deciso che ella doveva raggiungere il Cielo e ha lasciato tutti coloro che l’amavano e la conoscevano nel più profondo sgomento Continue reading

Posted in Città, Cultura, Giovani, letteratura, Mio | 1 Comment

“Sono ricercatrice presso il Centro di Micro-Biorobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia…Ho avuto un grande esempio di coraggio e di amore per la vita, mio padre.” Daniela Pignatelli intervistata da Nicolò Galasso

10399613_10153963399049906_4154394927267442695_n Quali sono stati i suoi pensieri e le sue decisioni dopo la laurea?

Ho frequentato il Liceo scientifico “Pepe” di Ostuni ed ero sicura sin da piccola che avrei continuato gli studi e frequentato l’università. Dopo la laurea ero convinta di voler continuare a lavorare nel mondo della ricerca. L’esperienza fatta durante il tirocinio per la tesi magistrale è stata di fondamentale importanza. Grazie al biologo che mi ha affiancata per molti mesi, ho scoperto che la ricerca mi appassionava tantissimo e che tutte quelle ore trascorse in laboratorio non mi pesavano affatto. Sapevo che in Italia fare la ricercatrice non sarebbe stato facile ma io volevo provarci a tutti costi perché quando sei giovane non ti devi accontentare, ma è importante seguire le proprie passioni Continue reading

Posted in Città, Cultura, Giovani, Politica, Scuola, Territorio | Leave a comment

Anna Laura Orrico: ” Ho capito che forse il mio destino poteva essere quello di provare a cambiare qualcosa nella mia terra”. Intervista a cura di Marika D’Agnano

12187660_10208512643439984_7799951143352895977_n 1) Da cosa é nato il suo particolare interesse per una Calabria migliore? E quindi cosa ha spinto lei  a far parte dell’associazione “Io Resto in Calabria”?

Appena laureata ho deciso che avrei viaggiato e che avrei fatto esperienze lavorative in giro per l’Italia, l’Europa e magari per il mondo. All’inizio credevo che tutto questo nascesse dal fatto di voler andare via dalla mia terra che non mi avrebbe mai potuto offrire nulla. Viaggiando e lavorando in giro tra Italia, Europa e Africa ho capito che potevo trasformare quello che avevo imparato in qualcosa di utile da costruire nella mia terra. Ho capito che forse il mio destino poteva essere quello di provare a cambiare qualcosa nella mia terra. Non so perché sia nato questo sentimento, non c’è una ragione precisa…è qualcosa che ti nasce dentro un po’ come quando ti innamori di una persona: non sai bene il motivo ma sai che ti fa battere forte il cuore…per me provare a cambiare la Calabria era qualcosa che mi faceva battere forte il cuore. Far parte dell’associazione Io resto in Calabria è stata una grande opportunità Continue reading

Posted in Cultura, Giovani, Politica, Scuola, Territorio | Leave a comment