Ci piacerebbe non sentir più parlare di violenza sulle donne di Marusca De Lillo

16864864_1887662471520458_7758125469786479562_n Ancora non credo a ciò che hanno letto i miei occhi: un’altra orribile vicenda dove si fa crudele violenza sulle donne.

Uomini, se così meritate di essere chiamati, vorrei chiedervi davvero, perché??? Perché mai dovremmo meritare tutto ciò?

Cerco di darmi una spiegazione, ma a dir il vero, non riesco a trovarla.

Vi sentite meglio facendo ciò? O magari vi sentite superiori?

Sì, è vero, siamo deboli fisicamente noi donne ed è molto più facile incuterci timore, alzarci le mani e sottometterci.

Ma con ciò non è detto che siate autorizzati a maltrattarci così.

E non parlo solo di violenza fisica, ma anche di quella verbale.

È assurdo che al giorno d’oggi si senta ancora parlare di essa.

Ci sono donne, lì fuori da questa nostra aula, che subiscono violenza tutti i giorni dal proprio compagno, sperando che un giorno possa ritornare l’uomo di cui si erano innamorate. Sperando che si penta e che la smetta di rendere la loro vita un inferno.

Ma purtroppo spesso non accade e l’attesa del miglioramento da parte del compagno si trasforma nell’attesa della morte.

Nessuna donna pensa che il proprio fidanzato o il proprio compagno possa arrivare a tanto: purtroppo però succede, e da un insulto, uno schiaffo o una minaccia, il passo verso l’omicidio non è distante.

Potremmo però, noi donne, aprire gli occhi e renderci conto che chi alza le mani, chi insulta, chi offende non ama.

Spero vivamente che un giorno queste donne trovino il coraggio di parlare e denunciare.

Ragazze, donne, questi non sono il vostro compagno ma egoisti che schiacciano la personalità altrui, la nostra!!!

Sappiamo che non è facile, ma la soluzione sta proprio in noi donne. Nel cominciare a confidarci con qualcuno e farsi coraggio nel denunciare la persona che si ama.

Solo così si potrà essere libere, ritrovando noi stessi.

Riconquistare la nostra dignità per salvarci.

Vivere giorni felici senza la paura di essere insultate, maltrattate, oppresse ed usate.

Penso che noi tutti vorremmo non parlare più di questo argomento, ci piacerebbe non sentir più  parlare o nominar più la violenza sulle donne, anche se la realtà, sfortunatamente, è ben diversa.

Per risolvere questo grande problema, facciamoci forza, donne!!

Marusca De Lillo 16 anni classe III A dell’IPSSS di San Vito dei Normanni

This entry was posted in Cultura, Diritti, Giovani, Scuola. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *